Buon voto a tutti!

Ormai ci siamo. Fra due giorni voteremo per le Comunali e le Europee.

Mentre la campagna elettorale a livello nazionale è stata particolarmente propagandistica e aspra, siamo contenti che invece, a livello locale, sia stata moderata, serena, densa di contenuti concreti e segnata dal rispetto reciproco fra i candidati sindaci.

Un ringraziamento va quindi alla stampa e a tutti gli operatori dell’informazione, per aver favorito un clima sereno e una comunicazione paritaria da parte dei candidati alla cittadinanza. Alla società civile, che attraverso associazioni ed altri enti ha promosso numerosi confronti su temi di attualità per la vita di Potenza. A tutti i 400 candidati consiglieri per aver mantenuto un tono decoroso, nella sempre auspicabile condivisione dell’obiettivo del bene comune.

Ci auguriamo che tutto ciò sia segno di una prossima consiliatura segnata dalla convergenza di tutte le forze sociali rappresentate, verso l’interesse di Potenza, e dal superamento dei particolarismi e degli opportunismi che hanno portato al dissesto politico voluto da De Luca, dai consiglieri comunali che ne hanno tenuto in vita la Giunta e dalle eminenze grigie in Regione e a Montecitorio che hanno avallato.

Per il nostro slogan “libertà è partecipazione” abbiamo richiamato il grande Gaber, e adesso scomodiamo un immenso poeta italiano, Fabrizio de Andrè, pensando che forse, anche per Potenza, sarà il caso di dire che “dal letame nascono i fior”. Dal degrado politico dell’ultima consiliatura, che ha umiliato Potenza causando l’attuale crisi economico-finanziaria, forse sta per nascere una nuova consiliatura tesa a ridare dignità e servizi al territorio e riportare  la nostra a una “città regione”, come si diceva alcuni anni fa.

Prima del silenzio elettorale, vogliamo quindi rivolgere a tutti i cittadini, da questo spazio, un ultimo invito a recarsi alle urne.

Votare per la lista Potenza nel cuore e per il candidato sindaco dott. Ferraro vuol dire supportare una forza civica, moderata, tesa alla cooperazione in Consiglio per il bene della nostra città.

Il dott. Ferraro è l’unico dei cinque candidati che può vantare due caratteristiche fondamentali:

  • Ha esperienza amministrativa in Consiglio (2 consiliature) e anche in Giunta (1 consiliatura). Lo stesso non può dirsi di nessuno degli altri candidati, se non Andretta e Guarente, che hanno avuto però una singola esperienza e solo in Consiglio.
  • E’ libero da qualsiasi condizionamento, perché non deve rispondere a nessun partito. Lo stesso può forse dirsi solo del prof. Tramutoli – al quale manca però la vitale esperienza amministrativa – e certamente non può dirsi per i candidati del centro-sinistra, del centro-destra e del Movimento 5 stelle, che hanno capi a Roma e un apparato locale a cui devono rispondere.

L’esperienza amministrativa serve a tradurre in interventi concreti le proprie idee, con consapevolezza degli strumenti giuridici ed economico-finanziari del Comune. Senza questa consapevolezza si rischia di fare disastri, di rimanere vittime di parte dell’alta burocrazia comunale o, ancor peggio, dei politici più smaliziati, professionisti del voto locale, che si sono imbucati fra le fila di tutti gli altri schieramenti e che certamente riusciranno anche questa volta a entrare in Consiglio.

La libertà dai condizionamenti serve ad agire solo e soltanto nell’interesse della cittadinanza, e non per favorire la politica nazionale o i tanti interessi degli uomini di partito a mettere le mani su incarichi istituzionali e su commesse varie per i propri clienti.

In bocca al lupo quindi al nostro candidato sindaco e a tutti i nostri candidati consiglieri comunali!

Domenica votiamo con il cuore, per Potenza!